campionati

Campionati internazionali per pizzaioli

La 22esima edizione del Campionato Mondiale della Pizza 2013 – organizzato dalla rivista “Pizza e Pasta Italiana” – si è svolto quest’anno, per la prima volta, a Parma (15 – 17 Aprile 2013) sede dell’Autorità Europea per la Sicurezza alimentare (Efsa). L’evento rappresenta un punto d’incontro e di riferimento per operatori e imprenditori del settore e contribuisce a generare nuove idee e a esportare la cultura alimentare italiana. Più di 600 i partecipanti, provenienti da 35 Paesi. Gli aspiranti al titolo si devono cimentare in varie competizioni: pizza classica, in teglia, senza glutine, in pala, pizza napoletana STG, stile libero, velocità, miglior presentazione, pizza a due (un cuoco e un pizzaiolo)…

  • Il vincitore nella categoria “Pizza classica” è Leone Coppola, pizzaiolo alla “Vecchia Ottocento” di Gavirate (VA).
  • Il premio alla ”Pizza napoletana STG” è andato a Fausto Ruocco di Orzinuovi (BS).
  • La pizza più larga è stata fatta da Daniele Pasini di Bologna.
  • Il pizzaiolo più veloce è Giuseppe Amendola di Reggio Emilia.
  • L’acrobata della pasta e campione di “Stile Libero” è il potentino Giuseppe Lapolla.

Nella categoria “Pizza in teglia” si è imposta la statunitense Laura Meyer di San Francisco. Stranieri anche i vincitori della “Pizza a due”, i francesi Pascal Poupon (pizzaiolo) e Olivier Perrot (cuoco). Secondo il vincitore Leone Coppola, “la pizza deve essere prima per cottura, gusto, presentazione. Poi contano gli ingredienti e l’amore per il proprio lavoro”. La pizza vincitrice è a base di pomodoro,  stracciatella, carpaccio, burrata, songino e pomodorino e petali di parmigiano reggiano.

L’edizione 2014 è in programma, sempre a Parma, dal 7 al 9 aprile.

Campionato Europeo della Pizza 2013

Milano ospita la decima edizione del Campionato Europeo della Pizza (21 e 22 ottobre). Una competizione per decretare il pizzaiolo più bravo d’Europa, all’interno di Host http://www.host.fieramilano.it/node/740, il salone internazionale dedicato all’ospitalità e all’accoglienza. La gara è a pagamento ed è aperta a tutti, gli ingredienti dovranno essere portati direttamente da casa così come il panetto d’impasto. La pizza dovrà essere cotta direttamente su refrattario e dovrà essere una pizza salata.

Tutti i campionati della pizza.